Oresteria by Ponza da Eataly Roma, un nuovo menu prima di ritornare “isolana”

All’Osteria del secondo piano di Eataly Roma la sensazione è quella di essere appena sbarcati a Ponza. E’ qui che lo chef  Oreste Romagnolo ha portato la sua “Oresteriaa passare l’inverno, tra il colorato skyline del porto dell’isola, guizzanti pesci di latta e coreografiche onde blu. Qui la sua fresca e profumata cucina è racchiusa in menu di legno blu a forma di cabina e servita su belle porcellane di Amalfi a tema marino scelte personalmente da lui, insieme a quelle realizzate da un abile artigiano dell’isola. Anche a Roma è la brava sommelier Valentina Riccioni (sua moglie) a curare la cantina e a proporre agli ospiti i migliori abbinamenti per esaltare i sapori di ogni singolo piatto realizzato con pesce di prima qualità peoveniente dal banco di Eataly,  racchiuso in un menu che rispecchia pienamente la filosofia isolana di proporre specialità sia di mare che di terra.

In questo ultimo mese romano (a fine Marzo Oreste chiude nella capitale e pensa di nuovo al ristorante di  Ponza), al menu, con cui si è iniziata questa stagione capitolina, sono stati apportati dei cambiamenti per dare la possibilità ai clienti di non annoiare mai il palato.

Tra gli antipasti di mare, accanto ai sempre presenti cubi di tonno con cipolle caramellate e menta e alle polpette di pesce al pomodoro con buccia di limone, troviamo  l’insalata di pesce e gamberi su salsa di zucchine e pesto di menta e quella di carciofi crudi con trito di gamberi marinati.  La spigola marinata su finto gelato di patate e il polpo su schiacciata di patate con olio, limone e agretto di pomodoro, sono due piatti dove l’umile tubero diventa un nobile compagno del pesce. Infine, il trito di orata marinata con lime, pepe e avogado è un carosello di sapori. Ricchi di verdure gli antipasti di terra, dove tra le varie proposte troviamo anche la parmigiana di melazane smontata al gorgonzola o quella con di fiori di zucca.

2018-12-29 21.27.16

I primi di mare sono un’esplosione di colori e profumi, come nel caso dei mezzi paccheri con alici fresche, datterini sia gialli che rossi e pecorino. Rimasto a furor di popolo in menu il risotto con cozze, capperi e mollica di pane tostata, mentre sono arrivate (tra i vari primi) le tagliatelle julienne di zucchine, carote e gamberi. Una buona zuppa di lenticchie (un piatto tipico isolano) si aggiunge ai primi piatti di terra, mentre tra i secondi  troviamo il saporito  coniglio alla ponzese. Lo spiedino di tonno con provola affumicata su lenticchie è un matrimonio perfetto e sottolinea ancora una volta l’amore di questo chef per i formaggi che ritroviamo in tutti i suoi menu, anche con una buona selezione. Tra i secondi di mare una novità è anche il filetto di orata limone e carciofi sorprendente per la sua leggerezza ma pieno di sapori.

Per concludere non bisogna farsi scappare i dolci! L’aromatica crema all’arancia con fragole e briciole di pasta sfoglia o l’impegnativa (ma imperdibile) tartufata fondente, che, come tutti gli altri dolci,  possono essere accompagnati a dei vini da buoni dessert consigliati dalla sommelier Valentina.

Ovviamente non solo tante novità ma anche grandi classici, date un’occhiata alle foto qui in basso e… buon appetito!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...