Da “Seacret” si gusta il pescato da tutto il mondo rispettando l’ecosostenibilità

Alzi la mano chi ha mai sentito parlare del Cobia di Panama, sano, privo di ormoni, coloranti e pesticidi, sostenibile ed allevato in un ambiente privo di stress, dalle carni morbide frutto di una frollatura lenta che lo rende estremamente gustoso al palato. O del Centrolofo Viola un pesce di profondità dalla grande stazza, dal caratteristico colore viola scuro ma dalla polpa bianchissima simile alla cernia, e dal gusto straordinariamente delicato. Oppure del Barracuda, dalle muscolose carni bianche e con pochissime spine,  o del  Black Code dalla gustosissima polpa chiara, ricca di omega 3!

Se la curiosità vi guida potrete scoprire i loro sapori, consistenze e peculiarità al “Ristorante Seacret”, il nuovo format dello chef Paolo Onorato e del sommelier Fabrizio Zonnini, un locale che ha aperto i battenti lo scorso settembre a Roma proponendo  un’accurata selezione delle materie prime, con un pescato locale e stagionale che affianca pesci provenienti dai mari di tutto il mondo. Il risultato è un viaggio enogastronomico gourmet unico, che dedica particolare attenzione all’ecosostenibilità e alle cotture lente e alle basse temperature che conferiscono al pesce uno straordinario gusto e una delicata consistenza.

IMG_4602

A Roma in via Marcantonio Bragadin 13/15 (zona Cipro), troviamo un ristorante moderno dai colori caldi e dall’atmosfera rilassante,  dove scoprire i molti segreti di mari lontani  (Sea-Mare e Secret-Segreto) e trovare il rispetto della cucina tradizionale italiana esaltata con le migliori materie prime e con le moderne tecniche di esecuzione, aggiungendo ingredienti in perfetta armonia tra di loro, che conferiscono ai piatti un elevato valore organolettico. I crudi sono proposti secondo la stagione e le ostriche sono selezionate dalla collaborazione con Oyster Oasis, azienda formata da un gruppo di professionisti italo francesi, che condividono con Paolo e Fabrizio la grande passione e la profonda conoscenza del prodotto.

Da questa filosofia nasce un menu dove la semplicità e la naturalezza del mangiare sano e genuino è garantita anche da un medico nutrizionista, che vaglia le proposte culinarie dello chef e che permette di proporre agli ospiti una selezione di piatti equilibrati e ben digeribili, oltre che estremamente gustosi.

Qualche esempio? Si può iniziare con il “Crudo nero”, una Tartare di salmone,erba cipollina, e pepe bianco su base di riso nero al limone, per poi proseguire con “Non è catalana” con mazzancolle o gamberi scottati (a seconda della disponibilità del pescato fresco), serviti su acqua di pomodoro e cipolla rossa deacidificata, o con “Il vecchio e il mare”, dei  Cannolicchi gratinati con briciole di pomodoro, sfumati al vino bianco.

Tra i primi molto interessante il “Mare forza 9”, ovvero Spaghettoni monograno Felicetti Matt al ragù di fegato di merluzzo (una rarità). Meno impegnativo il  “Fine serata” con Busiate Antico pastificio Morelli, totani, datterini gialli, rossi e cenere di olive.

Insolito, ma molto buono e leggero, l’abbinamento che si trova tra il  Trancetto di Cobia e  l’anice stellato (il piatto omaggia nel nome il  Seacret), mentre sono sorprendenti i “Calamari a Roma”, tenerissimi calamari saltati con gota toscana, serviti con crema di pecorino, salicornia e guanciale, dove il coltello per tagliarli è inutile e si fa volentieri la scarpetta nel piatto. Infine, tra i dolci, troviamo “Bruno”, un bottone di pan di spagna al caffè glassato con crema di gianduia, foglia di Lamporecchio e meringa alla nocciola su briciole di crumble.

In sala fondamentale è l’esperienza di Fabrizio, grande sommelier che ha realizzato una cantina straordinaria, con una selezione di etichette di nicchia dal giusto rapporto qualità prezzo, che sposano perfettamente i sapori dei piatti. Un suggerimento? Da non perdere il polpo arrosto servito con una gustosissima crema di castagne, abbinato ad uno straordinario Franciacorta Satèn DOCG.

E il conto? Eticamente corretto per essere un ristorante di pesce.

 

Qualche info:

Ristorante Seacret

via Marcantonio Bragadin 13/15 (zona Cipro)

tel. 06.86660460

orari:

dal martedi al sabato ore 19.30 fino alle 23; la domenica 12.30-15.00

http://www.ristoranteseacret.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...