Ad Orvieto “Velia Drink Food Music”, un anno di successi

Festeggia un anno questo interessante locale nel centro storico di Orvieto, nato dal fortunato incontro tra la chef Velia De Angelis con Deborah e Renato, due imprenditori romani conquistati dai ritmi di vita di questa città, ma che avevano nel cuore un certo tipo di cucina che gustavano nella capitale. Qui hanno voluto proporre i piatti gourmet di Velia, e i suoi gli straordinari finger food per gli aperitivi,  proponendo anche buona musica anche dal vivo. Questa la formula di Velia Drink Food Music, un bistrot e cocktail bar (forse più ristorante che bistrot) dall’ambiente curato e moderno ricco di attenzione per il dettaglio a partire dai piatti di questa chef , che ha dato il nome al locale.

Una donna con una lunga storia alle spalle, un’importante percorso lavorativo che inizia in Inghilterra con il diploma all’ università di Derby in “Custom Service Care”, arriva all’apertura di Palazzo Sasso, uno dei più lussuosi hotel della costiera amalfitana e alla sua prima scuola di cucina a Positano, e continua  nel 2005 in America con il programma Velia’s Cooking Style, paese dove ogni anno intraprende un cooking tour a NY, Los Angeles, Chicago e altre città americane. Dopo l’estero rientra in Italia dove è a Orvieto che inaugura il suo primo locale e fonda nella vicina Monterubiaglio la sede della scuola di cucina VCS. Una lunga serie di successi che la portano a “Chef per un giorno” in onda su La7, nella  cucina di  “AliceTv” e su Raiuno alla trasmissione “Buono a sapersi”. Poi un periodo di riflessione, e un anno fa la decisione di riportare “il suo metro quadrato di cuore nel centro di Orvieto” (si perché il suo cuore è grande). L’inizio di una nuova avventura con la passione, l’intelligenza e l’ironia che la contraddistinguono, proponendo i suoi piatti che non sono solo piacere per il palato ma anche per gli occhi, come le ha insegnato fin da piccola nonna Marsilia, da sempre ispiratrice della sua cucina.

Il menu, che segue la stagionalità e comprende sia carne che pesce, si apre con degli antipasti che potrebbero essere ordinati anche come secondi: imperdibile il vitello tonnato in crosta di senape e salsa tonnata ( con ingrediente segreto) servito con salvia fritta e polvere di capperi; sfizioso il millefoglie di pane carasau con pesce spada affumicato, passion fruit e mousse di cetrioli; molto interessante il tagliere di salumi e formaggi caprini che propone tra varie eccellenze del territorio  la Susianella di Viterbo e i formaggi del caseificio Sensi di Montefiascone con un ottimo pecorino alla lavanda utilizzato anche per servire un carpaccio di Black Angus affumicato.

Gli Umbrichelli (una pasta locale) con Baffo (guanciale), pecorino romano dop e Parmigiano reggiano 28 mesi, crema di fave e tartufo nero, e le Pappardelle al cinghiale, sono primi patti che più omaggiano questa città, mentre gli Spaghettoni al nero di seppia, crema piccante di cozze e zafferano ci portano sulla riviera di un’altra regione bagnata dal mare. Maggiore semplicità viene trovata in un buon piatto di Spaghetti di Gragnano  pomodoro “Paglione”  e basilico fresco, mentre la fantasia nei rigatoni alla Amatriciana reinterpretati. Per gli amanti delle Fettuccine interessanti anche quelle al burro, tartufo e crema di Parmigiano 28 mesi.

I secondi piatti spaziano dal ricordo con le Polpette al sugo della nonna, alla contemporaneità con il Petto d’anatra al pepe di Sichuan e salsa di fichi, dalla tradizione con il Peposo di cinghiale e il Coniglio in porchetta, all’internazionalità con il Salmone alla senape servito con patate sautè alla panna acida e senape in grani.

IMG_0823

Interessanti anche i dolci che spaziano dalla Sicilia all’Australia in un batter di cucchiaino. Infatti troviamo il grande (molto grande) cannolo siciliano “doppio petto” dello chef Peppe Triolo, che invia a Velia, da Trapani, ricotta di pecora e cialde freschi ogni settimana, e la Pavlova una oceanica meringa ricoperta di panna montata e decorata con frutti di bosco, fragole e kiwi.  Il Tiramisù alla fragola e in inaspettato Semifreddo alla crema e  cioccolato con tartufo nero concludono l’offerta.

Importante la lista dei vini e interessante quella dei cocktail da scoprire e abbinare ai piatti, entrambi proposti e raccontati con gentilezza e competenza da Deborah che segue con passione la sala circondata dai quadri di Renato, perché qui ognuno ha messo il suo cuore.

Qualche info:

Orvieto Velia Drink Food Music

Via Giuseppe Garibaldi, 10, Orvieto TR

Tel 0763 393221

dal lunedì al giovedi dalle 12.30 alle 15.00, e dalle 18.30 alle 23.00

dal venerdì alla domenica dalle 12.30 alle 15.00, e dalle 18.30 alle 23.30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...