Magazzino Scipioni, un menu costruito “intorno e per il vino” tra centinaia di etichette

Un’enoteca con cucina in continua evoluzione con centinaia di etichette attraverso le quali si racconta l’Italia, la Francia e molte altre terre. Un wine bar costruito sulle ceneri di una antico magazzino degli anni ’20 in via degli Scipioni a Roma, dove un gruppo di soci, un paio di anni fa, hanno voluto dare vita alle loro più grandi passioni, il buon vino, il buon cibo e il buon vivere. Come la multifome natura del nettare di Bacco, Magazzini Scipioni è nato per sperimentare  e creare wine and food experience  attraverso la selezione diretta sul territorio di centinaia di etichette, accompagnate da un menù attento  e curato, creato “intorno e per il vino” dallo chef Valerio Mattaccini.

Un menu stagionale realizzato in sinergia con il Wine Master Marco Sciamanna, composto da materie prime (anche “le dimenticate”), ben riconoscibili ad ogni assaggio. Un menu dove Mattaccini reinterpreta piatti della tradizione, non solo italiana, in maniera trasversale, attraverso la ricerca continua con proposte che valorizzano le proprietà organolettiche del vino. Un’esperienza che si rivela sempre diversa, con piatti di base creativi e dinamici in cui Mattaccini (nella foto in basso a sinistra) sperimenta nuove tecniche o antichi metodi che danno “purezza” alla sua cucina, ormai conosciuta e amata. Il risultato è un giocare con le sensazioni del gusto e del ricordo…del futuro!

L’esperienza gustativa non è mai la stessa anche per i tanti vini: possono essere bottiglie da degustare al tavolo o da portare via (il cui prezzo non cambia), alla mescita (ce ne sono 4 e cambiano ogni dieci giorni) per degustazioni sempre diverse anche di champagne, o la disponibilità illimitata alla carta dei vini che muta costantemente grazie al lavoro continuo di selezione sul territorio. Lasciarsi consigliare dalle due attente sommelier Giulia Tibaldo e Valentina de Angelis può farvi scoprire un nuovo modo di bere anche “rosato”, con l’assaggio di prodotti importanti.

Da Magazzino Scipioni, circondati da un’atmosfera informale e rilassata, ciascuno è libero di trovare le proprie corrispondenze gustative  tra scaffali di vino e lampade industriali, il grigio delle pareti e gli  alti soffitti bianchi , comodamente seduti ai tavoli di ferro nero o appoggiandosi al lungo bancone della gastronomia con sgabelli.

Qui si può gustare una bella selezione di salumi e formaggi fatta dal giovane Manuel Bernardinis (nella foto in alto a destra), il gastronomo di Magazzino Scipioni che ricerca personalmente sul territorio i vari prodotti e li propone a rotazione in base alle scoperte fatte nelle varie regioni.  Ed è così che la carta spazia dai formaggi francesi ovini, caprini e vaccini, alla selezione di formaggi a latte crudo BIO della Masseria pugliese “Cinque Santi”, produttrice anche di un’ottima burrata qui servita con una focaccia pugliese home made.  Non manca il prosciutto crudo di Norcia “Brancaleone”, il prosciutto di Troia “Giannelli” 24 mesi, e il formaggio Comtè 36 mesi a latte vaccino crudo della Jura.

Dalla cucina arriva il tonnarello Cacio e Pepe con chips di carciofi, il Risotto al Parmigiano 36 mesi con crema alle ortiche bio, nocciole e polvere di aglio nero, e la Tagliatella con il pescato del giorno per chi non rinuncia ai primi. Il Carpaccio di Fassona Piemontese d.o.p.con asparagi bianchi croccanti, la Tartare del pescato del giorno, il Tataki di salmone marinato  in salsa di soya e cedro con agretti e ketchup di barbabietola fatto in casa, le Ribs di maialino nero di Cinta Senese o la Guancia di manzo razza Romagnola presidio slow food cotta al San Giovese con patate mantevate al lime, sono alcuni dei secondi piatti tra i più interessanti. Per chi vuole iniziare il pasto con qualche cosa di più leggero, tra le tante proposte c’è una profumata Misticanza di campo con yogurt di pecora, fragole e mango, l’Uovo pochè a 63°con scaglie di pecorino 24 mesi , pesto di fave e cialde di pane,  il Baccalà mantecato alla veneziana con crema di cime di rapa e crostini di pane, la Vignarola rivisitata, la Mille(s)foglie croccante di verdure con squacquerone romagnolo  e broccolo saltato.

Infine i dolci, dove spicca uno zabaione con gelatina di Macvin d’Arlay sul fondo, con crumble al cacao e nocciole tostate, e la mousse di gianduia 51% con mango e scaglie di cioccolato fondente.

 

Qualche info:

Magazzino Scipioni

Via degli Scipioni, 30 – 00192 Roma

Tel.: 06 39745233

Aperto fino a tardi

info@magazzinoscipioni

www.magazzinoscipioni.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...