Vinum Est, 500 etichette e ricercatezze alimentari

Per gli appassionati di “cose buone” provenienti dal nord al sud del bel paese, a Roma c’è un nuovo indirizzo che li soddisferà in ogni loro richiesta. E’ Vinum Est, una nuova bottega ricca di prodotti enogastronomici di piccoli e grandi produttori italiani, dove si può sia acquistare a prezzi non esagerati, sia sedersi ai tavoli della sala interna per degustare quel che offre il banco, o i diversi interessanti piatti gourmetsenza cottura” preparati espressi nel laboratorio a vista. Niente fornelli ma piatti sfiziosi che spaziano dai crudi di pesce a quelli di carne, dalle zuppe alle proposte vegetariane, il tutto accompagnato da diverse tipologie di pane, prodotti sott’olio per i  salumi e frutta di stagione per i formaggi. 

Detta così l’offerta di Vinum Est sembra banale, ma leggendo il menu vi accorgerete che non lo è: accanto a fantastici crudi di mare con gamberi sia rossi che rosa, ostriche, scampi calamari, salmone e pesce bianco, il pescato del giorno viene servito con una zuppetta acida piccante, semi di coriandolo e sedano bruciato, oppure troviamo le triglie sfilettate scaldate con il cannello e servite con salmoriglio su una crema di borlotti affumicata.

Per quanto riguarda la carne proposta dal laboratorio di Vinum Est, possiamo gustare una tartare di scottona con aglio nero, aringa e agrumi, oppure di agnello con intingolo di miele, melaceto, paprica affumicata e erba aromatica al profumo di senape. Un bel piatto è quello con i wurstel proposti in degustazione di 5 tipologie con salse di accompagnamento. 

I crudi vegetariani di Vinum Est sono molto golosi e non banali come ci si potrebbe aspettare: la proposta carote, stracchino, nocciole e cumino, è uno dei piatti più richiesti mentre il battuto di rapa rossa con olive taggiasche, salsa al blu e cialda di semi croccante apre nuovi orizzonti anche ai gusti degli onnivori. La zuppa del giorno scalda le papille a fine degustazione (nessuno vieta però di prenderla come entrè), mentre biscotti artigianali e frutta con formaggi ci fanno concludere il pasto senza farci rimpiangere la mancanza dei dolci in menu. In laboratorio a realizzzare il tutto due giovanissimi, Giovanni de Angelis e Giovanni Oliveri che ha curato linea e menu.

500 etichette di vini non commerciali rappresentano con orgoglio il variegato e “colorato” panorama enologico italiano,e non solo. Sono in mostra su scaffali che arredano un’intera parete di Vinum Est, pronte per essere studiate e scelte sia per l’acquisto che per accompagnare la degustazione diretta, bottiglie che troviamo accanto a wisky giapponesi, champagne, grappe e vini da dessert.   

In questo periodo la bottega di Vinum Est ha degli orari particolari per la vendita dei prodotti:  dal lunedì al mercoledì dalle 8.30 alle 13.30 e nel pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00, mentre dal giovedì al sabato con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00 è pronta ad accogliere i clienti, con i suoi eccellenti prodotti. Qualche esempio? Da Vinum Est in Via Francesco Valesio 24-26 troviamo l’Olio Flaminio, la pasta di semola di grano duro della Val d’ Orcia, i prosciutti Wolf di Sauris in Friuli, la mortadella Dotta e il salumificio La Rocca, i formaggi sardi di Alessandro Marongiu premiati anche al salone di Torino, scovati nella barbagia da Paolo Abbondanza, poprietario di Vinum Est con il socio Massimo Campetella. Da Vinum Est troviamo anche il Caprino  dell’ Umbria  (Fattoria biodinamica Calcabrina ), il Taleggio da latte crudo del Novarese, mentre i salumi il pastrami di manzo, lo Chorizo spagnolo (patanegra  e paprika dolce), la Mortandela della Val di Non  e il delizioso prosciutto di Mangalitza.

Per quanto riguarda gli orari del servizio al tavolo è escluso il lunedì, mentre il martedi e mercoledì è dalle 16.00 alle 18.00, e dal giovedì al sabato è dalle 12.30 alle 18.00.

Qualche info:

Vinum Est

Via Francesco Valesio 24/26

Roma – Via Appia Zona Alberone

http://www.vinumest.it

E’ possibile acquistare direttamente i prodotti del menù e piatti da asporto

Rispondi