Emerald’s, il primo independent cocktail bar nel centro di Roma

Emerald’s è l’emblema della libertà, del pensiero individuale, del voler vivere in piena indipendenza lo stile e il gusto. E’ il primo independent cocktail bar della capitale all’interno di un salotto equatoriale nel centro della città, dove la storia di F.M., un avventuriero dell’inizio del ‘900, è ridiventata realtà.

Da un’idea dell’imprenditore e avant-gardist Aldo Nascimbeni, uomo sempre alla ricerca di nuovi concept da creare e a cui ispirare i suoi locali, il merito di farci entrare nella casa del fiabesco viaggiatore, avventuriero e amatore, tra tessuti preziosi, cibi e spezie, tappeti, essenze profumate in alambicchi decorati, mobili intagliati dagli artigiani più esperti e stravaganti, animali rari.

Gli ospiti che arriveranno in questo misterioso cocktail bar aperto tutti i giorni  dalle 18.00 alle 02.00 di notte, si troveranno in un salotto dal sapore equatoriale, con contaminazioni che arrivano da ogni parte del mondo e che si esprimono attraverso i colori, le installazioni, gli elementi d’arredo e nella rielaborazione di arredi ‘poveri’ in chiave sontuosa tramite l’utilizzo di ottone, seta, cristalli e velluti, un locale ideale per long aperitif o per una sharing dinner con gli amici. Un lounge bar accompagnato da kitchen bites, dove, oltre a cocktail e vini ricercati e, a volte, inaspettati, sarà possibile gustare dal laboratorio di cucina, una selezione di piccole e selezionate ricette gourmet (kitchen bites) che avranno come denominatore comune la qualità e l’internazionalità in termini di preparazione, materie prime e presentazione.

Barmanager di Emerald’s è Nicolò Valentinetti, che ha creato una carta signature per viaggiare intorno al Mondo attraverso i cocktail:  destinazioni sono il Perù con il più classico Pisco Sour a base di Pisco il distillato tipico peruviano, il chuncho (anch’esso bitter tipico del Perù), zucchero, succo di lime e bianco d’uovo, e il Brasile con il Tarsila do Amaral a base di Cachaca, purea di banana, bitter angostura e lime.

Il viaggio dei  signature continua passando per cuba con il Celia Cruz a base di Rhum, sciroppo di orzata, liquore al bergamotto, angostura e succo di lime con un top di birra aggiunto prima di essere servito; il Kollontai, un vodka sour con Passion Fruit, arricchito con sciroppo di passion fruit home made e bianco d’uovo; lo Champagne cocktail, per non dimenticare la passione per le bollicine anche nei cocktail, a base di Remy Martin cognac, Champagne Vue Blanche Estelle e bitter angostura. E poi il Mezcal Negroni, in cui un drink che fa parte ormai della cultura italiana come il Negroni, viene arricchito dal Mezcal, distillato tipico messicano. Il Margaret Campbell dove il Gin è protagonista di un Collins a base di London Dry gin, succo di limone, sciroppo di karkadè home made ed un liquore ai fiori di sambuco, con un top d soda. Infine il Penicillin, altro grande classico della miscelazione, a base di scotch, succo di limone, acqua di miele e un liquore francese allo zenzero. A completamento dell’offerta del beverage, è presente una ristretta ma attenta carta di vini e bollicine firmata dalla sommelier Livia Belardelli di Flavour Coach.

La proposta gastronomica ideata ed eseguita da Yasmine De Palma seguendo l’idea di Aldo Nascimbeni è quella di lasciare il posto d’onore a cocktails e drink, a champagne e vini, accompagnandoli con piccole ricette gustose e divertenti.

Questa giovane cuoca, che ha cominciato ad avvicinarsi a questa professione da piccolissima nel ristorante di famiglia in cui tutto si faceva in maniera naturale e genuina, ha fatto di una passione una professione viaggiando di paese in paese ed entrando nelle cucine di mezzo mondo. Per Emerald’s (con la consulenza per la realizzazione del menu kitchen bites, di Isabelle Grabau di Flavour Coach), ha messo a punto una carta che parte dai Bites da stuzzicare insieme all’aperitivo che vanno dai Ceci croccanti al curry, ai Taralli pugliesi con le olive nere o con i pomodorini semidry. Ci sono poi gli Small Bites in cui si passa dal Giappone con gli Edamame tostati con sale grosso e sesamo nero, la Spagna con la Spalla di Pata Negra servita con la scrocchiarella integrale romana, per arrivare in Francia con un piccolo plateau di Fromages provenienti da piccoli produttori artigianali italiani, serviti con miele e sfoglie di focaccina. Dalla Libia arriva invece il Fattoush, una sorta di insalata tipica Libanese in cui oltre ai pomodori, cetrioli, cipolla rossa, olive, troviamo biglie di cocomero e un tripudio di erbe profumate.

Infine lo Zapatos, ossia un piatto che prevede un’immersione nella cucina araba, da mangiare con le mani, con una serie di creme a scelta come l’hummus di ceci, la tapenade di olive, capperi ed acciughe, il guacamole venezuelano fatto con pomodori e cipolla rossa, o la vinaigrette agrodolce con la mostarda a l’ancienne e miele, servite con la pita calda con cui appunto si può fare la “scarpetta”.

Tra i Big Bites, oltre al Pane Burro e Alici, cioè un pane di farina integrale biologica profumato ai semi di finocchio e servito con burro e alici del Cantabrico, troviamo il plateau grande di Fromages arricchito da pecorino riserva e un rarissimo Blu di capra, non stagionato, serviti con una giardiniera di verdure in agrodolce e miele di castagno. Da non perdere la Bresaola di Tonno affumicato proveniente da un piccolo produttore della Sicilia occidentale e servita con fichi freschi e verdure di stagione, la Millefoglie di Baccalà mantecato nel latte e servito con sfoglie di grano croccante, pomodorini semidry, tapenade di olive nere e cipolla rossa in agrodolce, oppure la Tartare di Salmone norvegese servita con spaghetti di zucchine, fiori di cappero (i cucunci) e panna acida all’erba cipollina. Per finire in dolcezza è possibile gustare il Brownie o i Bocconcini Dai Dai, deliziosi bon bon gelato ai pinoli, ai lamponi ed alla panna, ricoperti di cioccolato.

“Emerald è stato il dono di una principessa indiana nel momento dell’addio: mi disse che sarebbe sempre rimasta con me… gli “occhi” della sua coda di pavone, erano per me i mille sguardi con cui lei mi accarezzava ogni giorno e sono anche gli occhi con cui ho guardato i più spettacolari posti del mondo, impressi per sempre nella mia mente”

 

 

Qualche info:

Emerald’s

Via Crescenzio 91/C

aperto dalle 18.00 alle 02.00 di notte.

www.emeraldsbar.com

Phone: (+39) 06 88654275

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...