National Fettuccine Alfredo Day 2018: un libro “d’amore” per festeggiare un piatto che unisce Roma e Stati Uniti

Il “National Fettuccine Alfredo Day 2018” di Alfredo alla Scrofa è stato consacrato con la pubblicazione di un libro che celebra il fascino di un piatto senza tempo apprezzato, oggi come ieri, da attori, politici, artisti, intellettuali, sportivi e personaggi di spicco da tutto il mondo. Fettuccine Alfredo: una vera storia d’amore, edito da Agra,  racconta proprio la nascita e le “avventure” delle fettuccine, che hanno attraversato un intero secolo per fondersi con le vite e con le storie di uomini e donne di ogni età, cultura e provenienza perché le fettuccine sono da sempre state, e sempre saranno, un gesto d’amore, una dedica speciale, un atto di riconoscenza, condivisione e premura verso chi le assaggia.

Mario Mozzetti, attuale  proprietario insieme a Veronica Salvatori del ristorante di Via della Scrofa, hanno da sempre condiviso il desiderio di valorizzare le “Fettuccine Alfredo” non solo come piatto della cultura gastronomica ma come patrimonio nazionale e storico italiano, tanto da festeggiarle, da anni, ogni 7 febbraio.  L’occasione si è presentata con un libro che esplora la profonda identità di una ricetta che non è semplicemente l’unione di tre ingredienti, ma un vero e proprio simbolo della cultura italiana che ha saputo dialogare con le generazioni, interpretando sempre e in ogni momento storico un profondo senso d’amore.

Tutto nasce dopo il National Fettuccine Alfredo Day del 2017, quando la curatrice Clementina Pipola, colpita dalla ricchezza e dalla profondità del piatto, ha avviato una ricerca storica, divertente e appassionata, sulle orme delle fettuccine, partendo dal quattrocentesco trattato del Maestro Martino da Como, il Libro De Arte Coquinaria, per arrivare ai giorni nostri, attraversando mode, culture, personaggi, avvenimenti storici e politici. Vero filo rosso del racconto, il legame affettivo, una vera e propria storia d’amore, che lega le fettuccine ai suoi numerosi degustatori. Una ricetta semplicissima che comprende tre soli ingredienti, ma di qualità straordinaria: le fettuccine, il burro fresco e il parmigiano. Una ricetta che Alfredo ha creato proprio per un atto d’amore, il primo di questa storia, cucinando per la moglie Ines prostrata dalle fatiche della gravidanza.

A fornire un aiuto imprescindibile alla ricerca, proprio quel libro degli ospiti che riporta le firme di uomini e donne straordinarie, come Marylin Monroe, Tony Curtis, Ava Gardner, Jimi Hendrix, Brigitte Bardot, Ringo Starr, Lucia Bosé, Vittorio Gassman e Federico Fellini solo per citarne alcuni.

La storia del ristorante che ha dato la patria alle fettuccine comincia con la comparsa in Via della Scrofa di Alfredo Di Lelio. Nel 1914 Alfredo decide di trasformare la precedente bottega di oli e vini in un vero e proprio ristorante dove Alfredo serve la pasta manteca al tavolo. La storia delle fettuccine romane si trasforma ben presto in quella di un piatto internazionale quando nel 1920 due divi di Hollywood, Douglas Fairbanks e Mary Pickford, festeggiano la loro luna di miele in Europa. Durante il viaggio di nozze assaggiano a Roma le fettuccine e ne rimangono conquistati, tanto da diffondere la notizia del magico piatto in tutta Hollywood. E’ in questo momento che comincia la storia delle Fettuccine nel mondo.

Qualche info:

Alfredo alla Scrofa
Via della scrofa, 104/a
06.68806163 , Roma

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...