OiSushi, a Roma si cena nippo-brasiliano in una foresta pluviale

Un  luogo aperto alle contaminazioni culturali e gastronomiche in cui la freschezza e l’attenzione per la qualità delle materie prime si fonde alla ricerca del colore, della fantasia e del gusto. Uno spazio autenticamente fusion, dove ci si trova circondati dalla vegetazione delle grandi foreste amazzoniche, tra cascate d’acqua digitali e vere piante stabilizzate che trionfano rigogliose dentro un palazzo romano del 1500, fra bacchette, ciotole, vasi di porcellana e sofisticate luci orientali. Questo è OiSushi, il ristobar di cucina fusion nippo-brasiliana diretto da Francesco Taurino da poco aperto in Corso Vittorio Emanuele 143 a Roma, dove qualità e gentilezza sono di casa.

Uno spazio elegantemente diviso su tre livelli dove lo chef Rogerio Matsumoto propone rivisitazioni di piatti tipici della cultura brasiliana e sushi giapponese, mentre il bartender Andrea Mignone, sul lungo bancone d’ingresso, crea miscele di ingredienti rivisitate in chiave nippo-brasiliana (con l’aggiunta di wasabi e salsa di soia). Non mancano i frullati analcolici per tutte le ore a base di frutta tropicale e bacche di Acai, buoni, freschi e ricchi di antiossidanti, e i vini accuratamente selezionati dall’enologo Lorenzo Costantini.

 Il menu vede tra gli antipasti gli interessanti  Mamãe eu quero (gravlax, zuppa di melone, menta, olio evo), il Bafafá un tataki di tonno al profumo di guanciale, daikon, pesto di menta, miele e anacardi, alici, i  Vida Boa con tonno semicrudo, lardo di Collonata, crema al tartufo bianco, cipollina e sale Maldon, il Oi Takoyaki, polpette di polipo, salsa teriyaki, alga nori e katsuobushi,  e il Brisa do Mar, bulgur, mandorle, cetriolo, avocado, fichi secchi, olive taggiasche, datterini, sale Maldon, olio evo e limone.

Con le capesante si possono gustare il Delírio Tropical, un carpaccio di capesanta, rughetta, scorza e succo d’arancia, passion fruit, sansho, sale Maldon e olio evo,  il Carioca da Gema sempre un Carpaccio di capesanta ma con polpa e scorza di lime e salsa di soia, e il Trem Bom con crudo di capesanta, foie gras, sale Maldon e scorza di limone.

Gamberi rossi di Mazara nei Pelourinho con cocco fresco, lime e sale, nei Carinhoso con profumo di scorza d’arancia, nocciola, sale Maldon e olio evo, e nei Mineirinho con sale Maldon e profumo di guanciale.

Per finire con gli antipasti non mancano spigola marinata e crudo di spigola (Oi Ceviche e Delícia Pura), la prima marinata al lime, peperoncino, cipolla rossa, pepe nero e sale Maldon , il secondo con salsa di soia, nocciola, acqua di pomodoro, lardo di Colonnata e profumo di guanciale.

Anche i Pão do Oi, pane orientale al vapore, viene condito in modo gourmet: c’è il Pão do Oi de Salmão (gravlax, daikon, pesto di anacardi miele e menta, jalapeños), il Pão do Oi de Atum (tonno, cetrioli, guanciale, maionese giapponese, sale Maldon), il Pão do Oi de Camarão (gambero cotto al dashi, crema di zucca e burrata, bottarga, coriandolo, sale Maldon), il   Pão do Oi de Unagi (anguilla, mela verde, radicchio, noci). E poi il  Pão do Oi de Foie Gras (foie gras, avocado, cipollina, bottarga, pelle di salmone croccante) e il Pão do Oi de Shiitake (funghi shiitake alla soia, fichi secchi, gorgonzola).

Una ventina di differenti tipi di fantastici rolls portano il palato a gusti insoliti per il nostro paese. Come quelli del Salmão Saudade (salmone allo yuzu kosho, avocado, lime, pistacchi, salsa di soia), del Sampa (tonno, avocado, jalapeños, datteri, pepe nero, wasabi, salsa di soia), il Brasileirinho (gambero cotto al dashi, mela verde, lime, sansho, cocco tostato, salsa di mela verde), o il Chocante (anguilla, avocado, burrata, nocciola, salsa teriyaki), tanto per citarne alcuni.

Temaky e freschissime tartare di pesce o di carne, tra cui ricordiamo la Garota de Ipanema (spigola, lamponi, menta, sale Maldon, olio evo), l’ Amazônia (avocado, lime, pomodoro al forno, pistacchi, yuzu kosho, wasabi, sale Maldon), la Pôr do Sol (manzo, physalis, pecorino, sale Maldon, olio evo), e la Uai Sô (manzo, avocado, salsa worchester, pepe nero, sale Maldon, olio evo), completano l’offerta di questo nuovo locale dal DNA nippo-brasiliano.

Qualche info:

OiSushi

Corso Vittorio Emanuele 143 –Roma

orari di apertura:

Chiuso lunedì.

Pranzo dalle 12 alle 15.30.

Cena dalle 19 alle 00.30.

Dalle 15.30 alle 19 : sushi tapas e piatti semplici + frullati e centrifughe.

Dalle 12.30 alle 2.00 : sushi tapas e cocktail bar.

numero di telefono: 06/64761035

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...