Natale 2019, il panettone profuma di Sicilia e si cucina per le feste

Ormai è dicembre e come ogni anno, potreste essere assaliti dal solito dubbio su quale panettone mangiare a Natale. Quest’anno un consiglio ve lo do, potreste fare la piacevole scoperta di un panettone fatto a mano, armonico nel gusto, soffice nell’impasto e facile da digerire grazie anche al non utilizzo di conservanti. Da dove arriva? Da un’isola…

Non il solito panettone, ma un felice matrimonio tra la classica ricetta lombarda e le materie prime siciliane, prodotto a Raffadali, nei pressi di Agrigento, un panettone in grado di andare contro il luogo comune secondo cui il panettone artigianale si produce solo a Milano. Contenuto in un packaging realizzato da più artisti, unisce la creatività e l’esperienza nell’arte pasticcera di Enzo Di Stefano, pasticcere e imprenditore,  che ha racchiuso in un panettone fatto con ingredienti genuini e accuratamente selezionati, i profumi della sua Sicilia contemporanea, che si nutre di tanta visionarietà libera dai luoghi comuni.

di_stefano_dolciaria_enzo_di_stefano

Interessanti e originali i gusti che raccontano insieme sapori di ieri e di oggi del panettone Di Stefano (Mela, Semplice Siciliano, Cioccolato Siciliano, Pistacchio Siciliano – Mandorlato Siciliano, Pera & Cioccolato, Albicocca, Carrubo, Arancia & Cioccolato), declinati sempre in una Capsule Christmas Collection Limited Edition, l’ultima delle quali, quella del 2019 appunto, è una vera opera d’arte. Contiene  A-mori un piatto firmato di ceramica che narra la passione che avvince un moro e una siciliana. Un’opera realizzata da Domenico Pellegrino, artista, scenografo, pittore amante delle policromie che racconta il nostro tempo attraverso storie di supereroi a metà tra il pop e il folk, oltre ad essere l’unico artista siciliano presente alla Biennale di Venezia 2019 (padiglione Bangladesh).

Ma ogni confezione è un’opera d’arte: dalla “truscia” con cui avvolgere il panettone, realizzata dalla stilista Marella Ferrera cucendo a mano antichi tessuti di batista di cotone, al piatto da portata in legno e alla latta salva freschezza ispirata ai personaggi simbolici dell’Opera dei Pupi, ridisegnati in veste contemporanea dall’artista Alice Valenti; dal piatto in Laminan sempre a tema cavalleresco progettato dal designer Andrea Branciforti al piatto in ceramica di Domenico Pellegrino.

Ma la creatività di Di Stefano non si è fermata ad un panettone che profuma di Sicilia. Per il Natale 2019 ha voluto celebrare in anticipo, su proposta della trade marketing specialist Fabiana Principato, la versatilità del suo panettone, interpretandolo non semplicemente come “dolce” ma come ingrediente con cui esaltare piatti salati creati ad hoc (un ottimo suggerimento per stupire i vostri ospiti durante le feste, perché il confine tra dolce e salato è una sottilissima linea facilmente valicabile!)

Ad accogliere la sfida la chef siciliana e ambassador Bianca Celano, che durante il Road-Tour “A cena con il panettone”, partito dalla città di Torino, passando per Milano e Roma, per poi concludersi a Firenze, l’ha rilanciata agli chef Marcello Trentini, Marco Ambrosino, Arcangelo Dandini e Maurizio Zanolla, che hanno aperto le porte delle loro cucine ai panettoni Di Stefano in cui hanno riconosciuto la stessa bontà, autenticità e originalità degli ingredienti che usano per i propri piatti.

Volete stupire anche voi i vostri ospiti con delle ricette speciali durante le festività? Se siete di Roma, non vi resta che acquistare questo panettone nelle migliori enoteche e torrefazioni della capitale, mentre io posso solo suggerirvi di trasformarlo in  polvere di panettone, panettone tostato, crostini di panettone, pangrattato di panettone, e di utilizzarlo con la lingua, le animelle, l’agnello, le pere, le  acciughe, lo zafferano, i capperi di Salina, la bottarga di Favignana… ma la fantasia nel realizzare i piatti ce la dovete mettere voi!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...